Decreto 11 marzo 2005

  • Emanante: L'ASSESSORE PER IL LAVORO, LA PREVIDENZA SOCIALE, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E L'EMIGRAZIONE
  • Regione: Sicilia
  • Fonte: G.U.R.S.
  • Numero fonte: 16
  • Data fonte: 15/04/2005
Approvazione del piano regionale dell'offerta formativa 2005.

Thesaurus: Contributi finanziari, Diritti formativi

Abstract:

viene approvato il p.r.o.f. – piano regionale dell’offerta formativa – 2005 di cui agli allegati "a" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "diritto/dovere alla formazione", "b" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione continua e permanente", "c" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione per ambiti speciali", "d" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata – misura 3.02 del p.o.r. sicilia 2000-2006", "e" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione per gruppi svantaggiati" – misura 3.04 del p.o.r. sicilia 2000-2006, "f" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione per le donne" – misura 3.12 del p.o.r. sicilia 2000-2006, "g" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "formazione per l’apprendistato", "h" – elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo "diritto/dovere obbligo formativo", al presente decreto che ne costituiscono parte integrante, per complessivi 215.499.335,69 euro.

Visto lo Statuto della Regione;

Vista la legge regionale 6 marzo 1976, n. 24 e successive modifiche ed integrazioni;

Viste le leggi regionali 21 settembre 1990, n. 36, 15 maggio 1991, n. 27 e 1 settembre 1993, n. 25, artt. 2 e 7;

Visto l’art. 39 della legge regionale n. 23 del 23 dicembre 2002;

Vista la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10;

Visto il regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio del 21 giugno 1999, recante disposizioni generali sui fondi strutturali;

Visto il regolamento CE n. 1784/99 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 luglio 1999, relativo al Fondo sociale europeo;

Visto il regolamento CE n. 1685/2000 della Commissione del 28 luglio 2000, recante disposizioni di applicazione del regolamento CE n. 1260/99 del Consiglio per quanto riguarda l’ammissibilità delle spese concernenti le operazioni cofinanziate dai fondi strutturali;

Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20;

Visto l’art. 24 della legge n. 30/97, che prevede che la valutazione dei progetti formativi deve essere effettuata da apposito comitato composto da non più di sette esperti estranei all’Amministrazione regionale, nominato con decreto assessoriale;

Visto il P.O.R. Sicilia 2000-2006, approvato dalla Commissione europea con decisione n. C(2000) 2346 del 2 agosto 2001 e successive modifiche;

Visto il Complemento di programmazione adottato dalla Giunta regionale con deliberazione n. 149 del 20-21 marzo 2001 e successive modifiche;

Vista la circolare assessoriale n. 7/03/FP del 26 giugno 2003, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana n. 30 del 4 luglio 2003, concernente “Direttive per la programmazione e gestione del P.R.O.F. – Piano regionale dell’offerta formativa ex legge regionale n. 24/76 e successive modifiche ed integrazioni per il periodo 2004-2006”;

Vista la nota n. 2353 del 18 giugno 2004 del dipartimento regionale formazione professionale, con cui vengono date le direttive per la presentazione dei progetti a valere del P.R.O.F. 2005;

Vista la nota prot. n. 18325/Gab del 24 giugno 2004, con cui vengono nominati i componenti del nucleo tecnico per la valutazione dei progetti da inserire nel P.R.O.F. 2005;

Vista la nota n. 2551 del 13 luglio 2004 del dipartimento regionale formazione professionale, con cui vengono trasmessi al nucleo tecnico di valutazione i progetti presentati alla scadenza del 25 giugno 2004 a valere del P.R.O.F. 2005;

Vista la nota prot. n. 9 dell’11 agosto 2004, con cui il nucleo tecnico di valutazione trasmette l’esito dell’istruttoria formale propedeutica alla valutazione;

Viste le note prot. n. 2474 e n. 2476 del 9 settembre 2004, con cui l’area affari e servizi generali del dipartimento regionale della formazione professionale trasmette l’esito della valutazione effettuata dal nucleo tecnico di valutazione distinto per obiettivi;

Viste le determinazioni dell’Assessore al pro-memoria prot. n. 3525 del 7 ottobre 2004;

Vista la nota prot. n. 3692 del 14 ottobre 2004, con cui il servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale, a seguito delle determinazioni dell’Assessore al pro-memoria prot. n. 3525 del 7 ottobre 2004, restituisce al nucleo le risultanze della valutazione;

Vista la nota prot. n. 3954 dell’11 novembre 2004, con cui l’area affari e servizi generali del Dipartimento regionale della formazione professionale trasmette l’esito del riesame effettuato dal nucleo tecnico di valutazione;

Viste le determinazioni dell’Assessore al pro-memoria prot. n. 4932 del 16 novembre 2004;

Visto il decreto n. 420 del 25 novembre 2004, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana del 3 dicembre 2004, con cui è stato approvato l’elenco dei progetti valutati presentati a valere del P.R.O.F.

– Piano regionale dell’offerta formativa– 2005, distinto per obiettivi, dando un termine di otto giorni dalla data di pubblicazione per la presentazione di eventuali osservazioni;

Visto l’art. 47 della legge regionale n. 15 del 5 novembre 2004, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana l’11 novembre 2004 che modifica la composizione dei nuclei di valutazione prevista dalla legge regionale n. 30/97, prevedendo la presenza di quattro componenti esterni e tre interni;

Vista la nota prot. n. 4068 del 21 dicembre 2004, con cui il nucleo tecnico di valutazione delle osservazioni, nominato con assessoriale prot. n. 1579, è convocato per l’esame delle osservazioni presentate al decreto n. 420 del 25 novembre 2004;

Viste le note prot. n. 5548 del 28 dicembre 2004, prot. n. 5558 del 30 dicembre 2004, prot. n. 154 del 14 gennaio 2004, prot. n. 237 del 20 gennaio 2004, prot. n. 310 del 25 gennaio 2004, prot. n. 354 del 28 gennaio 2004, con cui sono state trasmesse al nucleo tecnico di valutazione le osservazioni pervenute;

Vista la nota prot. n. 371 del 31 gennaio 2004, con cui si invita il nucleo a definire l’esame delle osservazioni per le gravi refluenze di carattere socio-occupazionale che deriverebbero dal ritardo nel finanziamento del piano;

Vista la nota prot. n. 2 del 3 febbraio 2005, con cui il nucleo trasmette l’esito dell’esame delle osservazioni presentate relativamente ai soli progetti servizi formativi;

Visto il decreto n. 226 del 7 febbraio 2005, con cui è approvato il Piano regionale dell’offerta formativa – Servizi formativi 2004 demandandone al dipartimento regionale Agenzia per l’impiego l’attuazione, ai sensi della legge regionale n. 18 del 28 dicembre 2004, che assegna a tale dipartimento la spesa relativa a “Funzionamento degli sportelli multifunzionali”;

Vista la nota prot. n. 567 dell’11 febbraio 2004, con cui il servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale trasmette al nucleo ulteriore documentazione utile ai fini della definizione del piano sollecitando la definizione dell’esame delle osservazioni;

Vista la nota prot. n. 400 del 7 dicembre 2004, con cui il servizio gestione del dipartimento regionale della formazione professionale comunica al servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale l’avvio del procedimento di revoca dell’accreditamento dell’associazione INFAOP D.I. di Catania;

Vista la nota prot. n. 6418 del 22 dicembre 2004, con cui il servizio gestione del dipartimento regionale formazione professionale comunica al servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale che nulla osta alla chiusura del procedimento di revoca del finanziamento al Cesifop di Siracusa, assegnando le ore corrispondenti all’IRAPS di Catania giusta direttiva dell’Assessore pro-tempore prot. n. 959 del 19 aprile 2004;

Viste le determinazioni assessoriali al pro-memoria prot. n. 527 del 9 febbraio 2005, concernenti direttive per la redazione del Piano regionale dell’offerta formativa – Obiettivo diritto-obbligo formativo;

Vista la nota prot. n. 6 del 23 febbraio 2005, pervenuta per il tramite dell’area affari e servizi generali del dipartimento regionale della formazione professionale, con cui il nucleo trasmette il P.R.O.F. 2005 a seguito dell’esame delle osservazioni;

Vista la legge regionale n. 17 del 28 dicembre 2004, che all’art. 78 autorizza l’Assessore ad “approvare, finanziare e a dare corso al Piano regionale dell’offerta formativa 2005, utilizzando anche le risorse rinvenienti dai trasferimenti comunitari, statali e dal Fondo siciliano lavoratori”;

Viste le determinazioni assessoriali al pro-memoria prot. n. 781 del 23 febbraio 2005 acquisite al protocollo in data 8 marzo 2005, con cui vengono date disposizioni in ordine alla copertura finanziaria del P.R.O.F. 2005;

Visto il parere reso dall’Avvocatura dello Stato del 28 gennaio 2005 Cons. n. 12441/04 sul procedimento di definanziamento della Fondazione Cas di Aspra – Bagheria;

Vista la nota prot. n. 841 del 23 febbraio 2005, con cui il servizio gestione del dipartimento regionale della formazione professionale comunica al servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale i codici identificativi regionali degli organismi accreditati;

Vista la nota prot. n. 842 del 23 febbraio 2005, con cui il servizio gestione del dipartimento regionale della formazione professionale comunica al servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale l’avvio del procedimento di revoca dell’accreditamento della Fondazione Cas Aspra – Bagheria;

Vista la nota prot. n. 972 del 9 marzo 2005, con cui il servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale trasmette al nucleo alcune richieste di rettifica;

Vista la nota prot. n. 1001 del 10 marzo 2005, con cui il servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale, nel trasmettere al nucleo ulteriori richieste di rettifica, comunica le determinazioni dell’Assessore al citato pro-memoria prot. n. 781, relative alla copertura finanziaria del P.R.O.F. 2005, affinché lo stesso provveda a redigere gli elenchi dei progetti afferenti ai diversi obiettivi tenendo conto delle risorse finanziarie disponibili;

Visto lo stralcio del verbale della commissione per l’impiego nella seduta del 24 febbraio 2005, notificato in data 11 marzo 2005, da cui risulta l’approvazione da parte della commissione delle modifiche al P.R.O.F. 2005 escludendo dallo stesso “per mancanza dei requisiti prescritti tutti gli enti non in regola con le disposizioni inerenti con l’accreditamento delle sedi formative”, nonché disponendo “…lo stralcio dei progetti ammissibili al finanziamento presentati dagli enti Fondazione CAS e INFAOP D.I. in considerazione che per gli stessi è stato avviato il procedimento di revoca dell’accreditamento”;

Vista la nota prot. n. 7 del 10 marzo 2004, con cui il nucleo trasmette al servizio programmazione del dipartimento regionale della formazione professionale i sotto elencati allegati a seguito anche dell’esame delle ulteriori richieste di rettifica trasmesse al nucleo con le citate note n. 972 del 9 marzo 2005 e n. 1001 del 10 marzo 2005, da cui risultano i progetti compatibili con obiettivi diversi da quelli per i quali sono stati proposti, giusta disposizione assessoriale al pro-memoria prot. n. 781 del 23 febbraio 2005:

– allegato 1 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere alla formazione” finanziabili con le risorse del bilancio regionale;

– allegato 2 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per la prevenzione e la cura della disoccupazione di lunga durata” finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.02 – P.O.R. Sicilia 2000-2006 – FSE;

– allegato 3 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per gruppi svantaggiati” finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.04 – P.O.R. Sicilia 2000-2006 – FSE;

– allegato 4 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per le donne” finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.12 – P.O.R. Sicilia 2000-2006 – FSE;

– allegato 5 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Apprendistato” finanziabili con le risorse statali;

– allegato 6 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere alla formazione” compatibili con l’obiettivo “Diritto/obbligo formativo” e, quindi, finanziabili con le risorse statali ex art. 68 della legge n. 144/99;

– allegato 7 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per ambiti speciali” finanziabili con le risorse regionali;

– allegato 8 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione continua e permanente” finanziabili con le risorse regionali;

– allegato 9 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata” compatibili con l’obiettivo “Diritto/dovere alla formazione” e, quindi, finanziabili con le risorse regionali;

– allegato 10 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata” compatibili con l’obiettivo “Formazione per le donne” finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.12 – P.O.R. Sicilia 2000-2006 – FSE;

– allegato 11 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Formazione per ambiti speciali” compatibili con l’obiettivo “Formazione per gruppi svantaggiati” e, quindi, finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.04 – P.O.R. Sicilia 2000-2006 – FSE;

– allegato 12 – Elenco delle iniziative ricadenti nell’obiettivo “Diritto/obbligo formativo” compatibili con l’obiettivo “Formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata” e, quindi, finanziabili con le risorse comunitarie – misura 3.02 – P.O.R. Sicilia 2000-2006;

Considerato che le variazioni apportate, avendo solo carattere finanziario, che non modificano quindi la deliberazione espressa dalla commissione regionale per l’impiego nella seduta del 24 febbraio 2005, possono consentire la presa d’atto da parte della commissione regionale per l’impiego nella prima seduta utile ove verrà posta all’ordine del giorno;

Ritenuto, pertanto, necessario, sulla scorta di quanto precede, procedere alla ridistribuzione dei progetti, tenendo conto delle risorse finanziarie disposte come segue:

“A” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere alla formazione”;

“B” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione continua e permanente”;

“C” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per ambiti speciali”;

“D” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata – misura 3.02 del P.O.R. Sicilia 2000-2006”;

“E” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per gruppi svantaggiati – misura 3.04” del P.O.R. Sicilia 2000-2006;

“F” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per le donne – misura 3.12” del P.O.R. Sicilia 2000-2006;

“G” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per l’apprendistato”;

“H” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere obbligo formativo”; Ritenuto, pertanto, di dover procedere all’approvazione del Piano regionale dell’offerta formativa – 2005, distinto per obiettivi;

Decreta:

Art. 1

Per le motivazioni di cui in premessa, che qui si intendono integralmente riportate e trascritte, è approvato il P.R.O.F. – Piano regionale dell’offerta formativa – 2005 di cui agli allegati “A” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere alla formazione”, “B” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione continua e permanente”, “C” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per ambiti speciali”, “D” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per la prevenzione e cura della disoccupazione di lunga durata

– misura 3.02 del P.O.R. Sicilia 2000-2006″, “E” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per gruppi svantaggiati” – misura 3.04 del P.O.R. Sicilia 2000-2006, “F” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per le donne” – misura 3.12 del P.O.R. Sicilia 2000-2006, “G” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Formazione per l’apprendistato”, “H” – Elenco dei progetti ricadenti nell’obiettivo “Diritto/dovere obbligo formativo”, al presente decreto che ne costituiscono parte integrante, per complessivi E 215.499.335,69 così suddivisi:

Allegato

il cui costo graverà sul bilancio della Regione siciliana per l’esercizio finanziario 2005.

Art. 2

Il dipartimento regionale della formazione professionale adotterà i necessari e conseguenziali provvedimenti – ivi compresi quelli propedeutici – finalizzati al finanziamento delle attività di cui al presente decreto. Procederà, altresì, a diramare le necessarie istruzioni agli enti titolari dei progetti finalizzate alla presentazione della documentazione utile per la rapida erogazione dei finanziamenti. Con riguardo all’erogazione delle somme necessarie al pagamento delle spettanze ai lavoratori in forza agli enti titolari dei progetti di cui al presente decreto, si procederà, ai sensi dell’art. 39 della legge regionale n. 23/2002, con l’emissione dei mandati relativi alla voce personale nella misura del 50%, nelle more della produzione della documentazione richiesta dalla circolare n. 6/2004. Contestualmente sarà avviato l’accertamento ispettivo tendente alla verifica del costo effettivo del personale utilizzato in ogni singolo progetto, nonché l’acquisizione della documentazione prevista dalle disposizioni vigenti, utile anche per le successive erogazioni.

Art. 3

Gli uffici responsabili del procedimento di adozione dei provvedimenti necessari per la copertura finanziaria del piano, nonché dell’adozione dei provvedimenti necessari per l’impegno contabile delle somme, sono il servizio programmazione ed il servizio gestione del dipartimento regionale formazione professionale ognuno per la parte di rispettiva competenza. L’ufficio responsabile dell’emissione dei mandati di pagamento è il servizio gestione del dipartimento regionale formazione professionale. L’ufficio responsabile del procedimento di rendicontazione delle somme erogate è il servizio rendicontazione del dipartimento regionale formazione professionale. Presso i predetti uffici gli interessati potranno prendere visione degli atti. Il presente decreto sarà trasmesso alla Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana per la pubblicazione anche per le finalità di cui all’art. 9 della legge regionale n. 10/1991. Esso sarà, inoltre, pubblicato sul sito ufficiale della Regione siciliana www.regione.sicilia.it/lavoro e su quello ufficiale del P.O.R. Sicilia www.euroinfosicilia.it