Decreto Dirigenziale 7 luglio 2009, n. 6926

  • Regione: Lombardia
  • Fonte: B.U.R.
  • Numero fonte: 29
  • Data fonte: 20/07/2009
Corso di formazione per maestri di sci alpino - Ciclo formativo 2009/2010 - Approvazione preventivo

Thesaurus: Contributi finanziari, Professioni

IL DIRIGENTE DELLA STRUTTURA PRATICA SPORTIVA

Richiamato l’obiettivo specifico del PRS 2.4.1.3 «Promozione e sostegno alle manifestazioni sportive anche finalizzato alla promozione dell’associazionismo e del volontariato sportivo, con particolare attenzione al coinvolgimento dei giovani»;

Visto il r.r. 6 dicembre 2004 n. 10, inerente la promozione e la tutela delle discipline sportive della montagna in attuazione della l.r. 8 ottobre 2002 n. 26, e in particolare l’art. 6, il quale prevede che la direzione generale regionale competente in materia di sport curi o promuova, almeno ogni tre anni, l’organizzazione dei corsi di formazione e preparazione all’esame di maestro di sci, distinti per ciascuna disciplina.

La medesima direzione generale, inoltre, stabilisce modalita` e programmi dei corsi con la collaborazione del Collegio regionale dei maestri di sci, fissando in particolare le quote di iscrizione per ciascun corso;

Richiamato il d.d.s. 16 dicembre 2008 n. 15161 avente per oggetto «Approvazione delle attivita` formative 2009/2011 relative ai corsi di formazione, aggiornamento e specializzazione professionale per maestri di sci» con il quale, tra l’altro, si approvava un corso di formazione per maestri di sci alpino per il ciclo 2009/2010;

Richiamato altres?` il d.d.s. 24 aprile 2008 n. 3984 avente per oggetto «Conferimento incarico ad IREF, ai sensi dell’art. 4 della convenzione quadro, per la modellizzazione didattica dei corsi di formazione per maestri di sci», con il quale, tra l’altro, veniva costituito un Tavolo di regia preposto alla revisione e all’aggiornamento dei programmi formativi, con il coordinamento della direzione generale competente in materia di sport e composto da IREF e dai principali enti e organismi di riferimento per i maestri di sci (FISI, LA.M.S.I. e Collegio Regionale maestri di sci della Lombardia);

Preso atto che in data 20 maggio 2009 IREF ha presentato al sopra citato Tavolo di regia il nuovo modello di percorso formativo per maestri di sci alpino, che e` stato condiviso e approvato; Richiamata la deliberazione della Giunta provinciale di Brescia n. 190 del 22 aprile 2008 avente per oggetto: «L.r. 5 gennaio 2000 n. 1 – Riordino del sistema delle autonomie locali in Lombardia – Delega alle Province della gestione dei CFP dipendenti dalla Regione Lombardia: trasferimento del CFPA di Ponte di Legno»;

Ritenuto di doversi avvalere, per la realizzazione del corso di formazione per maestri di sci alpino 2009/2010, della collaborazione del CFPA di Ponte di Legno, gestito dall’Azienda Speciale Centro Formativo Provinciale Giuseppe Zanardelli, con sede in Brescia via Fausto Gamba n. 10/12, costituita con deliberazione del Consiglio Provinciale di Brescia n. 50/2003;

Vista la nota del 24 giugno 2009, prot. n. 1872/A03, con la quale l’Azienda Speciale Giuseppe Zanardelli trasmette il preventivo di spesa del corso in argomento, quantificato nella somma complessiva di C 272.912,23 e inoltre dichiara di farsi carico dei seguenti impegni, avvalendosi della collaborazione della sede territoriale di Ponte di Legno:

– organizzare e attivare il corso di formazione per maestri di sci alpino 2009/2010;

– accogliere le domande di iscrizione; – convocare i partecipanti sia al corso che agli esami;

– stipulare adeguata polizza assicurativa per i medesimi;

– produrre le attestazioni di regolare frequenza al corso;

– predisporre e consegnare i diplomi «ad personam»;

Valutata la congruita` del preventivo di spesa con il servizio offerto;

Accertato il rispetto delle procedure previste dalla l.r. n. 26/02 e dal r.r. n. 10/2004;

Vista la l.r. 34/78 e successive modifiche ed integrazioni, nonche ´ il regolamento di contabilita` e la legge regionale di approvazione del Bilancio di previsione dell’anno in corso;

Vista la l.r. n. 20 del 7 luglio 2008 «Testo unico delle leggi regionali in materia di organizzazione e personale», nonche´ i provvedimenti organizzativi dell’VIII legislatura;

Decreta

1) di approvare l’attuazione di un corso di formazione per maestri di sci alpino per il ciclo formativo 2009/2010, cos?` come programmato e approvato con d.d.s. 16 dicembre 2008 n. 15161 citato in premessa, per un numero stimato di 55 partecipanti e di prevedere una quota d’iscrizione pari a C 1.500,00 (millecinquecento);

2) di stabilire, ai sensi dell’art. 6 del r.r. n. 10/04, che il suddetto corso di formazione avra` il seguente programma:

Modulo 1 – Accoglienza e orientamento al ruolo – Accoglienza e introduzione al ruolo – Inquadramento legislativo e regolamentare della Professione – Deontologia professionale: doveri e responsabilita` del maestro – L’evoluzione della professione nell’ambito della storia delle discipline da scivolamento

Modulo 2 – Il progetto professionale – Costruzione del progetto professionale – Contrattualistica e rapporti con il fisco

Modulo 3 – Il contesto organizzativo – La stazione sciistica. Organizzazione e ruoli – La scuola di sci. Organizzazione e ruoli – Gli organismi di rappresentanza dei Maestri di sci

Modulo 4 – La sicurezza – La legislazione in materia di sicurezza – I rischi su pista – Prevenzione – Caratteristiche della neve e rischi correlati – Anatomia umana correlata alla pratica sciistica – Il sistema dei soccorsi in montagna – Nozioni di Pronto soccorso – Equipaggiamento e materiali – Elementi di metereologia – Cartografia e topografia – L’orientamento in ambiente alpino

Modulo 5 – Il sistema turistico locale – L’ambiente alpino regionale: aspetti culturali ed ambientali – L’industria turistica montana e gli enti turistici locali – Il mercato turistico invernale: linee di tendenza e marketing territoriale – Il ruolo del maestro di sci nel sistema turistico montano

Modulo 6 – Didattica propedeutica – Psicologia dell’apprendimento: elementi base – Aspetti pedagogici dell’insegnamento con singoli – Aspetti pedagogici dell’insegnamento con gruppi – Aspetti pedagogici dell’insegnamento con disabili – Metodologia e organizzazione della lezione – Funzione educativa dello sport e ruolo del maestro di sci

Modulo 7 – L’insegnamento ai bambini – Elementi base di psicologia dell’eta` evolutiva – La formazione psicomotoria di base – La funzione del gioco nell’apprendimento. Tecniche di animazione sportiva su sci – Il rapporto con i genitori – La promozione dello sci nelle scuole

Modulo 8 – Comunicazione – Principi e fattori della comunicazione orientata al cliente – La gestione delle emozioni e delle motivazioni – Qualita` del servizio e soddisfazione del cliente – La comunicazione gestuale nell’insegnamento – La comunicazione durante l’emergenza – Comunicare in lingua straniera (inglese)

Modulo 9 – La preparazione fisica – L’apprendimento motorio – La preparazione fisica e i fattori che condizionano le prestazioni – Teorie dell’allenamento

Modulo 10 – La tecnica sciistica sulla neve – Didattica applicata – La terminologia tecnica – Insegnamento tecniche sciistiche livello bronzo – Insegnamento tecniche sciistiche livello argento – Insegnamento tecniche sciistiche livello oro – Tecniche di base di altre discipline su neve;

3) di approvare il relativo preventivo di spesa stimato complessivamente in C 272.912,23, cos?` come proposto dalla Azienda Speciale Centro Formativo Provinciale Giuseppe Zanardelli di Brescia con nota del 24 giugno 2009, prot. n. 1872/A03;

4) di dare atto che l’Azienda Speciale Giuseppe Zanardelli, cos?` come specificato nella medesima nota, dichiara di farsi carico dei seguenti impegni, avvalendosi della collaborazione della sede territoriale di Ponte di Legno: – organizzare e attivare il corso di formazione per maestri di sci alpino 2009/2010; – accogliere le domande di iscrizione; – convocare i partecipanti sia al corso che agli esami; – stipulare adeguata polizza assicurativa per i medesimi; – produrre le attestazioni di regolare frequenza al corso; – predisporre e consegnare i diplomi «ad personam»;

5) di trasmettere il presente provvedimento al Collegio regionale dei maestri di sci e all’Azienda Speciale Giuseppe Zanardelli;

6) di rinviare a successivi provvedimenti l’impegno e la liquidazione delle spese concernenti il corso di cui trattasi, nonche´ l’indizione delle relative prove d’esame;

7) di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia.