Deliberazione Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna 24 ottobre 2006, n. 87

  • Regione: Emilia Romagna
  • Fonte: B.U.R.
  • Numero fonte: -1
  • Data fonte: 08/11/2006
Approvazione degli indirizzi regionali di programmazione territoriale dell'offerta formativa ed educativa e organizzazione della rete scolastica ex l.r. 12/03, anni scolastici 2007/2008 e 2008/2009 (proposta della giunta regionale in data 9 ottobre 2006, n. 1392)

Thesaurus: Programmazione dell`educazione, Amministrazione dell`istruzione

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale progr. n. 1392 del 9 ottobre 2006, recante in oggetto “Approvazione indirizzi regionali programmazione territoriale offerta formativa ed educativa e organizzazione rete scolastica ex L.R. 12/03 aa.ss. 2007/08 e 2008/09 – Proposta all’Assemblea legislativa”;

preso atto della correzione materiale apportata sulla predetta proposta dalla Commissione assembleare referente “Turismo Cultura Scuola Formazione Lavoro Sport”, giusta nota prot. n. 16669 in data 18 ottobre 2006; viste: – la Legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 “Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione”;

– la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunita’ di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” ed in particolare gli artt. 44 e 45;

visto il DLgs 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del Capo I della Legge 15 marzo 1997, n. 59”;

considerato che la programmazione dell’offerta formativa ed educativa e dell’organizzazione della rete scolastica relativa ad un anno scolastico deve essere definita non oltre il mese di dicembre dell’anno scolastico precedente, per dare modo agli Enti locali, all’amministrazione scolastica territoriale ed alle istituzioni scolastiche di provvedere a tutti gli adempimenti necessari a darvi attuazione, con particolare riferimento alle azioni di informazione e di orientamento per le famiglie; dato atto che il Governo e’ recentemente intervenuto con il D.L. 173/06, convertito in legge, con modificazioni, dalla Legge 12 luglio 2006, n. 228, rinviando l’applicazione di vari provvedimenti attuativi della Legge 53/03, ivi compresi il DLgs 76/05 (sul diritto-dovere di istruzione e formazione) e il DLgs 226/05 (sulla riforma del secondo ciclo di istruzione e formazione) e che pertanto, in ragione dei cambiamenti avvenuti a livello nazionale, l’offerta formativa relativa al biennio di programmazione rimane complessivamente invariata rispetto a quanto realizzato nel biennio degli aa.ss. 2005-2006 e 2006-2007;

considerato che:

– in alcuni ambiti territoriali dell’Emilia-Romagna, in conseguenza delle variazioni della popolazione scolastica di riferimento, si rilevano diversi mutamenti negli assetti delle istituzioni scolastiche oggetto del piano di dimensionamento, approvato dalla Regione Emilia-Romagna nel 2000 con delibera Consiglio regionale n. 1373 del 16 febbraio 2000;

– tali cambiamenti richiedono una attenta valutazione dell’impatto che producono sull’offerta formativa regionale, con particolare riferimento agli aspetti qualitativi dell’offerta connessi anche alle dimensioni degli istituti stessi;

ritenuto di confermare, per una piu’ razionale distribuzione territoriale dell’esistente offerta di istruzione, l’indirizzo alla funzione programmatoria dei Comuni verso l’ulteriore ampliamento del modello organizzativo verticale, ovvero degli istituti comprensivi statali (composti di scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado),

ritenuto particolarmente efficace in relazione ad alcuni aspetti fondamentali per la qualita’ dell’offerta, quali la continuita’ didattica, l’integrazione fra le professionalita’ dei docenti dei diversi gradi, nonche’ la realizzazione di economie di scala nell’impiego delle risorse umane, finanziarie e strutturali;

valutato pertanto opportuno, nel quadro del complessivo processo di qualificazione del servizio di istruzione sul territorio regionale e tenuto conto del contesto nazionale, emanare gli indirizzi regionali, nel testo allegato e parte integrante del presente atto, al fine di dare continuita’ al servizio stesso, sia attivando le azioni di programmazione territoriale dell’offerta formativa ed educativa e di organizzazione della rete scolastica da parte degli Enti locali competenti relativamente agli aa.ss. 2007-2008 e 2008-2009, sia prevedendo il contestuale avvio del processo di revisione del piano regionale di dimensionamento delle istituzioni scolastiche del territorio dell’Emilia-Romagna, sulla base degli indirizzi medesimi;

rilevata inoltre l’urgenza di provvedere ad emanare tali indirizzi in tempo utile per rispettare le scadenze previste dal Ministero della Pubblica Istruzione per l’attivazione delle procedure inerenti gli aspetti organizzativi conseguenti alle decisioni della programmazione territoriale in materia, relativamente agli aa.ss. 2007-2008 e 2008-2009, nonche’ per consentire agli Enti locali, all’Amministrazione scolastica territoriale ed alle istituzioni scolastiche di provvedere a tutti gli adempimenti necessari a darvi attuazione, con particolare riferimento alle azioni di informazione e di orientamento per le famiglie;

sentite la Conferenza regionale per il sistema formativo, le Autonomie locali e l’amministrazione scolastica territoriale;

previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera:

1) di approvare gli indirizzi per la programmazione territoriale dell’offerta formativa ed educativa e per l’organizzazione della rete scolastica per gli aa.ss. 2007-2008 e 2008-2009, nel testo allegato e parte integrante del presente atto;

2) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, al fine di garantirne la piu’ ampia diffusione.

Allegato