Deliberazione Giunta regionale 12 aprile 2006, n. 262

  • Emanante: LA GIUNTA REGIONALE
  • Regione: Calabria
  • Fonte: B.U.R.
  • Numero fonte: 9
  • Data fonte: 16/05/2006
Attuazione legge 62/2000 modalità di assegnazione di borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l'istruzione. anno scolastico 2005/2006.

Thesaurus: Decentramento

Abstract:

si approva il regolamento di attuazione per l’assegnazione di contributi per l’istruzione (borse di studio) a sostegno delle famiglie come indicato dalla legge 62 del 2000. il regolamento è riportato nell’allegato 1 che fa parte integrante del provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

PREMESSO che anche per l’anno scolastico 2005/2006 la legge 10 marzo 2000 n. 62 recante «Norme per la parità scolastica e disposizioni per il diritto allo studio e all’istruzione», ha previsto un piano straordinario di finanziamento per sostenere la spesa delle famiglie per l’istruzione dei figli che frequentano le scuole dei vari ordini e gradi, statali e paritarie.

CONSIDERATO che, per dare attuazione alla legge 62/2000 è stato pubblicato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 febbraio 2001 n. 106, il regolamento che reca disposizioni di attuazione della legge 62/2000 per la parte concernente le modalità di assegnazione dei contributi, sotto forma di borse di studio, al fine di sostenere le spese delle famiglie per l’istruzione.

PRESO ATTO che con Delibera di G.R. n. 1096 del 15/12/ 2005 ad oggetto: «Variazione al bilancio di previsione per l’es. fin. 2005, al documento tecnico di cui alla D.G.R. n. 284 dell’8/ 3/2005, nonché al bilancio dipartimentale di cui alla D.G. n. 227 dell’8/3/2005 «Assegnazione da parte dello Stato di fondi con vincolo di destinazione» è stata inserita nel bilancio regionale la disponibilità dell’importo di c 13.117.108,00, accreditato dal Ministero dell’Economia, con allocazione della spesa sul Capitolo n. 3313121 UPB 4.2.01-02 del bilancio, 2005.

RITENUTO di dover determinare i criteri e le modalità di individuazione dei beneficiari per l’anno scolastico 2005/2006, sulla base delle disposizioni contenute dal DPCM 14 febbraio 2001 n. 106.

CONSIDERATO che l’Assessorato alla P.I. ha affidato, per le precedenti annualità, ad un istituto scolastico abilitato la gestione delle richieste delle borse di studio e la elaborazione dei dati necessari alla redazione della graduatoria unica regionale dei beneficiari, in quanto Centro Servizio, in grado di avvalersi di operatori di elevato livello professionale nei Siti Center (Centro Servizi), capaci di offrire soluzioni ICT a problemi anche complessi e variamente articolati.

RITENUTO dover individuare attraverso procedure di evidenza pubblica un Centro Servizi abilitato, presente in ambito regionale in grado di assolvere ai servizi richiesti.

TENUTAPRESENTE, altresì, l’opportunità di avvalersi della collaborazione delle Istituzioni scolastiche al fine dell’acquisizione delle richieste e dell’erogazione delle borse di studio ai sensi del DPCM n. 106/01 art. 5 comma 5.

RITENUTO opportuno dover stipulare apposita intesa tra la Direzione Regionale per la Calabria del MIUR e il Dipartimento 11 della Regione Calabria per favorire la più ampia partecipazione dei soggetti aventi diritto all’attribuzione delle borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione.

VISTA la relazione istruttoria del settore competente.

VISTA la legge n. 62/2000. VISTO il DPCM n. 106 del 14/2/2001. Su conforme proposta dell’Assessore alla P.I. On.le Sandro Principe, relatore, formulata alla stregua dell’istruttoria compiuta dalla struttura interessata, nonché dall’espressa dichiarazione di regolarità dell’atto resa dal dirigente generale preposto alla struttura, a voti unanimi;

DELIBERA

Per le motivazioni indicate in premessa che si richiamano e si approvano per intero di

1. approvare il Regolamento di attuazione per l’assegnazione di contributi per l’istruzione (borse di studio) a sostegno delle famiglie di cui alla legge 62/2000, riportato nell’allegato 1, che fa parte integrante del presente atto,

2. avvalersi della collaborazione delle istituzioni scolastiche statali e paritarie per l’istruttoria delle richieste degli aventi diritto e per l’individuazione dei beneficiari;

3. approvare l’allegato «Modello A» , che riporta lo schema del formulario (Modello Domanda) per la richiesta relativa all’anno scolastico 2005-2006 del contributo, che è parte integrante del presente atto;

4. avvalersi di un istituto scolastico abilitato quale Centro Servizi per l’organizzazione del ricevimento con sistema informatico- telematico, da parte di tutte le Istituzioni scolastiche, dei dati relativi alle richieste presentate dai genitori degli alunni o dagli aventi diritto per la concessione del contributo di cui alla legge 62/2000, per l’elaborazione dei dati necessari alla redazione della graduatoria regionale dei beneficiari e per l’individuazione dei contributi ammissibili, distinti per entità, per ciascun beneficiario;

5. provvedere alla scelta dell’istituto scolastico abilitato a Centro Servizi di cui al precedente punto 4, tramite procedura di evidenza pubblica, destinando, quale compenso per le attività rese un importo pari all’1,2% dello stanziamento previsto di c 13.117.108,00;

6. delegare il Dirigente Generale del Dipartimento n. 11 a stipulare apposita intesa con la Direzione Regionale per la Calabria del MIUR per favorire la più ampia partecipazione dei soggetti aventi diritto all’attribuzione delle borse di studio a sostegno della spesa per l’istruzione delle famiglie;

7. autorizzare il Dipartimento n. 11 ad approvare con atto dirigenziale la graduatoria regionale dei beneficiari autorizzandone la liquidazione dei relativi contributi spettanti, per il tramite delle Istituzioni scolastiche frequentate dagli studenti;

8. rinviare a successivo atto l’impegno della somma di c 13.117.108,00 con imputazione sul capitolo 3313121;

9. autorizzare la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.