Legge regionale 2 gennaio 2003, n. 3

  • Emanante: Giunta Regionale
  • Regione: Liguria
  • Fonte: G.U.R.I.
  • Numero fonte: 27
  • Data fonte: 05/07/2003
Riordino e semplificazione della normativa in materia di artigianato

Thesaurus: Agenzie per il lavoro

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA

Promulga la seguente legge regionale:

Titolo I

Capo I

Finalita’, coordinamento e finalita’ degli interventi

Art. 1 – F i n a l i t a’

1. La Regione Liguria attribuisce particolare importanza al settore dell’artigianato e disciplina le proprie attribuzioni nella materia al fine di: a) tutelare, sviluppare e valorizzare le attivita’ artigiane nelle loro diverse espressioni territoriali, produttive, artistiche e tradizionali; b) assicurare autonoma rappresentanza e autotutela al settore mediante le commissioni provinciali e regionale per l’artigianato nonche’ mediante la tenuta dell’albo provinciale delle imprese artigiane; c) coordinare e rendere piu’ efficaci gli interventi pubblici volti alla tutela e allo sviluppo del settore anche mediante la predisposizione di piani di intervento; d) razionalizzare le competenze di intervento tra i vari soggetti operanti nel settore onde facilitare i rapporti delle imprese con la Regione, con il sistema delle autonomie locali, con gli organismi interessati.

Art. 2 – Beneficiari degli interventi regionali

1. Sono ammessi ai benefici della presente legge, le imprese singole, i consorzi e la societa’ consortili, anche in forma di cooperativa.

2. L’imprenditore e l’impresa artigiana devono possedere i requisiti e i limiti dimensionali di cui agli articoli 4, 5 e 6 della presente legge.

3. Gli interventi finanziari, al fine di favorire la nascita di nuove imprese artigiane, sono disposti anche a favore di soggetti che ottengano l’iscrizione al competente albo provinciale entro dodici mesi dalla data di presentazione della domanda di finanziamento.

4. Le provvidenze possono essere disposte a favore di imprese aventi una sede operativa in Liguria e che riguardino iniziative realizzate in tale ambito territoriale.

Art. 3 – Coordinamento e attuazione degli interventi

1. La Regione Liguria esercita la programmazione l’attuazione ed il controllo degli interventi a favore dell’artigianato.

2. La Regione assicura il coordinamento degli interventi e l’impiego delle risorse disponibili mediante la predisposizione di organici programmi di intervento pluriennali e piani annuali che favoriscano la partecipazione finanziaria anche di altri soggetti pubblici e dei privati sulla base di obiettivi prioritari volti a promuovere la nascita, la qualificazione ed il rafforzamento delle imprese artigiane.

3. L’attuazione e la gestione degli interventi finanziari della Regione a favore del comparto dell’artigianato puo’ essere delegata a enti strumentali e/o funzionali regionali o affidata a organismi di diritto pubblico o a idonee strutture operative esterne secondo quanto previsto dalla presente legge.

4. Per la realizzazione, la ristrutturazione l’ampliamento di insediamenti artigiani si applicano le disposizioni di cui ai capi V – Sportello unico e VI – Procedure per le attivita’ produttive, della legge regionale 24 marzo 1999, n. 9 (attribuzione agli enti locali e disciplina generale dei compiti e delle funzioni amministrative, conferiti alla Regione dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, nel settore