Decreto 28 ottobre 2003

  • Emanante: 2
  • Fonte: G.U.R.I.
  • Numero fonte: 260
  • Data fonte: 08/11/2003
Ripartizione delle risorse per la realizzazione dei criteri generali per lo sviluppo della prassi della formazione continua e per la promozione di piani formativi individuali, aziendali, settoriali e territoriali.

Thesaurus: Formazione, Formazione continua

IL DIRIGENTE
dell’Ufficio centrale per l’orientamento e la formazione professionale dei lavoratori
Divisione V

Visto l’art. 9 della legge 25 dicembre 1971, n. 1041, concernente le gestioni fuori bilancio autorizzate da leggi speciali;
Vista la legge 21 dicembre 1978, n. 845, che disciplina le competenze statali in materia di formazione professionale;
Visto l’art. 25 della legge 21 dicembre 1978, n. 845 come modificato dall’art. 9 della legge n. 236/1993 che istituisce il Fondo di rotazione per l’accesso al Fondo sociale europeo;
Visto l’art. 17 della legge n. 196 del 24 giugno 1997 recante «Norme in materia di promozione dell’occupazione»;
Tenuto conto delle indicazioni del comitato di indirizzo per le azioni di Formazione continua di cui all’art. 9 della legge n.236/1993 riunitosi in data 21 luglio 2003;
Visti i «Criteri generali per lo sviluppo della prassi della Formazione continua e per la promozione di piani formativi individuali, aziendali, settoriali e territoriali» condivisi con le regioni, le province autonome e le parti sociali nella riunione del 21 luglio 2003 e registrati dalla Corte dei conti il 16 ottobre 2003, registro n. 5, foglio n. 24;
Decreta:
Articolo unico
Per la realizzazione dei «Criteri generali per lo sviluppo della prassi della Formazione continua e per la promozione di piani formativi individuali, aziendali, settoriali e territoriali» e’ impegnata la somma di Euro 50.000.000,00, a valere sul capitolo 7031
del bilancio di Fondo di rotazione per la formazione professionale e l’accesso al Fondo speciale europeo di cui all’art. 9 della legge n.236/1993 esercizio 2003, ripartita tra le regioni e le province autonome come indicato nella tabella di seguito allegata.
Roma, 28 ottobre 2003
Il dirigente: Patrizi

Allegato
TABELLA DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE
(Euro totali a disposizione Euro 50.000.000,00)

=====================================================================

Regioni/Province autonome | Euro=====================================================================Valle d’Aosta …. | 305.000,00Piemonte …. | 4.120.000,00Lombardia …. | 10.615.000,00Liguria …. | 1.385.000,00Trento …. | 615.000,00Bolzano …. | 570.000,00Veneto …. | 5.275.000,00Friuli Venezia Giulia …. | 1.235.000,00Emilia Romagna …. | 4.770.000,00Toscana …. | 3.755.000,00Umbria …. | 775.000,00Marche …. | 1.565.000,00Lazio …. | 3.910.000,00Abruzzo …. | 1.090.000,00Molise …. | 205.000,00Campania …. | 2.965.000,00Puglia …. | 2.300.000,00Basilicata …. | 360.000,00Calabria …. | 825.000,00Sicilia …. | 2.340.000,00Sardegna …. | 1.020.000,00| ————–Totale . . . | 50.000.000,00

Media lineare tra dato % imprese e dato% lavoratori per regione.
Fonte: Ministero del lavoro – Unioncamere (Sistema Excelsior 2002 –
dati al 31 dicembre 2001)