INPS – Messaggio 21 luglio 2020, n. 2902

  • Emanante: Istituto Nazionale Previdenza Sociale
  • Fonte: INPS
  • Data fonte: 23/07/2020
Congedo per emergenza Covid-19 in favore dei lavoratori dipendenti del settore privato, dei lavoratori iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335, e dei lavoratori autonomi. Estensione al 31 agosto 2020 del periodo di fruibilità della prestazione (legge 17 luglio 2020, n. 77). Estensione del periodo di fruizione

Thesaurus: Disposizioni, Emergenza sanitaria, Congedo parentale

Abstract:

Con il messaggio n. 2902 del 21 luglio 2020, l’INPS ha recepito le novità introdotte dalla legge n. 77 del 2020 di conversione del Decreto Legge n. 34 del 2020, c.d. Decreto Rilancio, che ha esteso la possibilità di fruire del congedo parentale COVID-19 fino al 31 agosto 2020, per un massimo di 30 giorni di cui all’art. 72, primo comma, della legge n. 77/2020. Dal 19 luglio 2020, data di entrata in vigore della legge di conversione, è, altresì, possibile fruire del congedo anche in modalità oraria. Sul suo sito web istituziona dell’Istituto è disponibile l’applicazione per presentare la domanda di congedo COVID-19, per consentire la richiesta di periodi fino alla data del 31 agosto 2020. Successivamente, saranno fornite le istruzioni per la presentazione della domanda di congedo COVID-19 in modalità oraria, anche per periodi di astensione antecedenti alla data di presentazione della stessa, ma successivi al 19 luglio 2020.

Visualizza e scarica l'atto
Messaggio 21 luglio 2020, n. 2902