Legge 21 febbraio 2014, n. 9

  • Emanante: Stato
  • Fonte: G.U.R.I.
  • Numero fonte: 43
  • Data fonte: 21/02/2014
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, recante interventi urgenti di avvio del piano «Destinazione Italia», per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l'internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle imprese, nonche' misure per la realizzazione di opere pubbliche ed EXPO 2015

Thesaurus: Tecnologia, Termini ausiliari

Abstract:

Il decreto “Destinazione Italia” è convertito in legge. Gran parte delle disposizioni contenute nel DL 145/2013 restano confermate. In particolare, per quanto riguarda l’internalizzazione e la digitalizzazione delle imprese si segnalano i voucher ICT da 10.000 euro e il credito d’imposta da 20.000 euro.  I voucher  sono destinati alle PMI che acquistano software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale (tali da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità come il telelavoro), lo sviluppo di soluzioni e-commerce, la connettività a banda larga e ultralarga. I voucher potranno inoltre finanziare la formazione qualificata nel campo ICT del personale. Il credito d’imposta è riconosciuto a PMI o consorzi di PMI che fanno interventi su reti fisse o mobili volti a garantire connessioni da 30 megabit in su.  Il credito ha un valore massimo fino a 20.000 euro e nella misura massima complessiva di 50 milioni di euro a valere sulla proposta nazionale relativa alla programmazione 2014-2020.  Le novità in sede di conversione del decreto-legge riguardano la copertura finanziaria  delle due misure. Oltre alle risorse previste nell’ambito della programmazione 2014-2020 dei Fondi Strutturali europei, la copertura finanziaria può essere garantita anche da Fondi nazionali, quali ad esempio il Fondo Sviluppo e Coesione e il Fondo di Rotazione ex legge 183/1987.

 Consulta la versione integrale

Testo coordinato