ANCI Missione Italia. Il PNRR dei Comuni e delle Città 2021-2026

Dettagli evento
Data Inizio 04 Lug 2024 ore 09:00
Data Fine 05 Lug 2024 ore 17:00
Luogo Roma
Partecipazione

Il 4 e 5 luglio si svolge a Roma, presso le Corsie Sistine di Santo Spirito in Sassia, l’edizione 2024 di “Missione Italia”, evento organizzato da Anci per raccontare il percorso di realizzazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per inquadrare e comprendere il ruolo dei Comuni italiani.

L’appuntamento annuale di Anci sul PNRR di Comuni e Città, che è in piena fase attuativa, torna con una due giorni di incontri con dirigenti e funzionari di Ministeri, Amministrazioni locali, operatori economici. La terza edizione di Missione Italia è infatti focalizzata sulla dimensione tecnica e procedurale del PNRR, puntando a offrire un supporto concreto alle Amministrazioni tramite la presentazione e l’approfondimento di criticità, soluzioni e buone pratiche. Una due giorni ricca di dati, materiali e networking per valorizzare e rafforzare il protagonismo di Comuni e Città nel Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Inapp partecipa insieme al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con un proprio desk informativo e divulgativo.

Nel corso dell’evento, il 4 luglio si svolge un tavolo di “co-working”  dal titolo “Cambiamenti di sistema per un nuovo abitare” organizzato da Ifel e Inapp sui temi legati all’Innovazione Sociale e all’implementazione del PNRR. Il tavolo ha lo scopo di avviare un confronto sul tema dell’abitare, questione che afferisce all’intero sistema socio-economico e non solamente all’ambito delle politiche e dei servizi del welfare locale. Il divario tra aumento dei prezzi ed evoluzione dei redditi, il boom degli affitti brevi in molte città e località italiane, la crescita dei tassi di interesse sui mutui, sono alcuni dei fenomeni che ampliano le condizioni di fragilità e difficoltà all’acquisizione di una casa da parte di ampie fasce di popolazione. Per l’Inapp partecipano Federica De Luca e Giovanna Giuliano con il contributo “Per una valutazione delle politiche dell’abitare: lotta alle disuguaglianze, rigenerazione urbana e forma di innovazione sociale”.